Edgeworthia chrysantha

Quanto annaffiare

La Edgeworthia chrysantha è una pianta che nel periodo vegetativo va irrigata spesso al fine di mantenere il terriccio umido, assicurandole un corretto drenaggio poiché teme i ristagni, quindi, per quelle in vaso si consiglia di eliminare il sottovaso; per quelle in terra si consiglia di formare sul fondo della buca un isolante fatto di sassi, cocci e sabbia per favorire il filtraggio dell’acqua in eccesso. È sensibile al calcare, dunque va annaffiata con acqua dolce, piovana o acidulata. Per evitare ristagni idrici, si può mescolare alla terra della sabbia o della pietra pomice, che garantiranno una buona aerazione del terreno. La pianta va annaffiata quando il terreno è asciutto e regolarmente nei periodi siccitosi, spruzzando acqua sulle foglie per mantenere la chioma sempre umida e fresca.
Edgeworthia crysantha

PLANTI' Piante vere da esterno | GELSOMINO Rincospermun | Piante da giardino Gelsomino rampicante, piante da esterno vere e piante rampicanti da esterno diametro vaso 17 cm altezza 130 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19€


Coltivazione e cura

Fiori <em>edgeworthia</em> chrysantha La Edgeworthia chrysantha va messa a dimora in primavera, dopo aver adeguatamente lavorato il terreno. Bisogna sempre ricordare che le sue radici non sopportano gli spostamenti, quindi occorre decidere accuratamente la sua posizione definitiva al momento dell' impianto. Più che il freddo, teme le correnti gelide, ed è per questo che preferisce posizioni riparate, con luce abbondante ma non diretta nelle ore più calde della giornata. Il terriccio ideale è quello per acidofile, soffice, ricco di sostanze organiche come humus o stallatico ben maturo, o a base di torba, misto a sabbia per assicurarle un buon drenaggio ed evitare marciumi radicali. Il substrato adatto per la sua coltivazione è variabile, quelli che assicurano migliori risultati sono di tipo: gessoso, grasso, sabbioso e argilloso.

  • giardinaggio Il giardinaggio è quell’arte che si occupa della cura e della coltivazione delle piante negli spazi esterni e interni, pubblici o privati. Non a caso, più che tecnica, si preferisce definirlo un’arte...
  • fiori lantana La natura è meravigliosa per molti, moltissimi aspetti, uno su tutti è chiaramente l’incredibile varietà con cui essa si mostra a noi: infatti se inglobiamo tutto il mondo che ci circonda nel mondo na...
  • lingua di suocera dai fiori rossi Quella che comunemente chiamiamo lingua di suocera è in realtà una pianta grassa il cui nome botanico è epiphyllum. Si tratta di una pianta esotica che presenta dei fusti appiattiti e sottili, con i b...
  • Le bacche della pyracantha navaho La pyracantha navaho è la versione nana della normale pyracantha, un arbusto sempreverde originario dell’Europa e di alcune zone dell’Asia. La specie madre può raggiungere fino i tre metri di altezza,...

MIMOSA PUDICA SENSITIVA IN VASO CERAMICA, pianta vera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,5€


Come e quando concimare

Bastone san giuseppe Concimiamo la Edgeworthia chrysantha frequentemente. Possiamo somministrarle il concime arricchendo il terreno con stallatico, alla fine dell'inverno; oppure possiamo fornirle un concime per piante da fiore, ogni 20-25 giorni, con le annaffiature. Se gli arbusti sono grandi, o coprono una vasta area, possiamo impiegare un concime granulare per acidofile a lenta cessione, ogni 3-4 mesi. In primavera prediligiamo concimazioni ricche di azoto e potassio, per facilitare lo sviluppo di nuova vegetazione e di fiori. A fine autunno o ad inizio primavera, somministrare dello stallatico o del concime granulare a lento rilascio. Il terriccio si può preparare mischiando due parti di terriccio ricco di sostanza organica con una parte di sabbia a granulometria grossa e una parte di torba non sminuzzata.


Edgeworthia chrysantha: Esposizione, malattie e rimedi

Raccolta rami carta L’Edgeworthia è una pianta piuttosto resistente agli attacchi dei parassiti; più che altro teme il marciume delle radici determinato dal ristagno idrico e mal sopporta gli spostamenti dal luogo di impianto. Spesso manifesta una maggiore sensibilità alle temperature, molto elevate o molto basse; ad esempio, il clima primaverile, con un elevato sbalzo termico tra le ore diurne e quelle notturne, e piogge abbastanza frequenti, può favorire lo sviluppo di malattie fungine, che vanno trattate preventivamente con un fungicida sistemico, da utilizzare prima che le gemme diventino troppo grandi; a fine inverno si consiglia anche un trattamento insetticida ad ampio spettro, per prevenire l'attacco di afidi e cocciniglie; questi trattamenti vanno fatti quando nel giardino non sono presenti fioriture.


  • edgeworthia Edgeworthia è un nome poco conosciuto che identifica un arbusto che produce fiorellini piccoli, profumati e molto grazio
    visita : edgeworthia

COMMENTI SULL' ARTICOLO