Edgeworthia

Quanto e quando irrigare

Un pericolo, per l'edgeworthia, è rappresentato dai ristagni idrici: questi possono provocare marciumi diffusi, in particolare alle radici, e determinare, di conseguenza, il deperimento della pianta. Per questo motivo è importante effettuare le irrigazioni con costanza nei periodi di siccità, soprattutto in estate, e limitarle se le precipitazioni sono abbondanti. In ogni caso, il terreno non deve mai rimanere totalmente asciutto per troppo tempo: ciò causerebbe ingenti danni alla fioritura. Si raccomanda, pertanto, di distribuire le risorse idriche con attenzione e regolarità, e di adoperare acqua povera di calcare, preferibilmente quella demineralizzata o quella piovana; un metodo alternativo è lasciar bollire l'acqua da somministrare, per poi utilizzarla il giorno successivo dopo una notte di riposo.
Edgeworthia fiore

Pezzi - 1x Naturale Calluna Vulgaris - Giardino Piante K-P479 - Seeds Plants Shop Samenbank Pfullingen Patrik Ipsa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,63€


Consigli per la coltivazione

Edgeworthia cura Questa pianta ha bisogno di un terreno ben drenato: a tale scopo si suggerisce di mescolare al terriccio, oltre alla torba, una piccola quantità di sabbia o della pietra pomice. Il suolo, in aggiunta, deve essere acido, morbido ed areato. Prima della messa a dimora è fondamentale un'adeguata lavorazione del terreno, in modo da renderlo più soffice e da eliminare eventuali erbe infestanti che potrebbero compromettere uno sviluppo ottimale dell'esemplare; la coltivazione può verificarsi sia in vaso sia in piena terra. Si consiglia la moltiplicazione per talea nella stagione primaverile o autunnale, poiché quella tramite semi richiede un periodo di tempo molto più lungo. La potatura non va praticata frequentemente, ma è finalizzata soltanto a rimuovere i rami secchi o che sporgono eccessivamente.

  • La betulla appartenente alle latifoglie La betulla è una pianta appartenente alla famiglia degli alberi latifoglie, comunemente chiamati così per distinguerli dalle piante aghifoglie o dalle conifere. Il nome "latifoglie" infatti, sottoline...
  • Stop alle zanzare Tenere lontano le zanzare è un'impresa talvolta così ardua che diventa per alcuni addirittura una missione. Quello che il mercato ci offre però non è altro che una infinita varietà di prodotti a base ...
  • Greencomposition Le piante ornamentali vere ormai hanno sempre più preso il vostro tempo che invece non avete a disposizione, la soluzione sono le piante finte che ormai hanno raggiunto uno standard di qualità eccelle...
  • Pianta di fragole rampicanti Le fragole sono i frutti, o meglio dei frutti aggregati, di piante appartenenti al genere botanico Fragaria ed alla famiglia delle Rosaceae. Ve ne sono oltre 20 specie diverse e molto ibridi. La parte...

Cotoneaster franchetii [Vaso Ø18cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,8€


La concimazione

Fiori arbusti La concimazione deve avvenire due volte all'anno, in primavera ed in autunno, con fertilizzanti a rilascio lento ricchi di azoto, fosforo e potassio, oppure con prodotti organici come lo stallatico. I tre macroelementi svolgono un ruolo indispensabile nello sviluppo della pianta: l'azoto contribuisce alla crescita delle parti vegetative, il fosforo rafforza l'apparato radicale ed interviene nei processi di metabolismo, il potassio regola l'assorbimento degli zuccheri ed aumenta la resistenza al freddo ed ai parassiti. Una carenza di questi tre elementi può risultare molto pericolosa, in quanto causa un indebolimento della pianta e, in alcuni casi, la clorosi delle foglie. Il concime ideale contiene anche microelementi come il ferro ed il manganese, essenziali per la sintesi della clorofilla, ed il molibdeno, che aiuta a fissare l'azoto.


Edgeworthia: Esposizione, parassiti e malattie

Piante ornamentali arbusti L'edgeworthia è piuttosto resistente al freddo, ma i venti troppo intensi possono causare gravi danni; l'esposizione deve quindi avvenire in un punto riparato dalle intemperie. L'ambiente ideale è soleggiato e luminoso, anche se la pianta cresce ugualmente a mezz'ombra. In genere gli attacchi dei parassiti non sono frequenti, ma talvolta possono verificarsi infestazioni di afidi o cocciniglie, facilmente contrastabili con rimedi naturali come il macerato di ortica per i primi e l'olio bianco minerale per le seconde; gli afidi sono pericolosi in quanto succhiano la linfa della pianta e rappresentano un veicolo di virus, le cocciniglie causano ingiallimento e deterioramento delle foglie. Questa specie non è soggetta a malattie particolari, a parte i marciumi alle radici determinati da un eccesso di umidità.


  • edgeworthia La pianta di edgeworthia chrysantha è detta anche pianta della carta perché in alcuni paesi viene usata per produrre ban
    visita : edgeworthia

COMMENTI SULL' ARTICOLO