Lavanda pianta

vedi anche: Lavanda

Come e quanto irrigare

La lavanda è una pianta che può resistere bene in tutte le stagioni e, per questo è fondamentale sapere quando e soprattutto con quanta acqua irrigare nei diversi periodi. Il terreno è sempre da controllare per verificare che la pianta abbia assorbito tutta l'acqua e, solo dopo aver constatato tale situazione (il terreno asciutto), sarà possibile annaffiare nuovamente. Chiaro che in primavera ed estate, come ogni pianta, il fabbisogno di acqua sarà maggiore, mentre nei periodi più freddi sarà necessario annaffiare molto meno, soprattutto per via di una maggiore umidità e di piogge più frequenti. L'importante è che non si formino mai ristagni nel terreno che potrebbero danneggiare la lavanda. In caso di temperature molto basse o di gelate il rischio di congelamento può creare danni ancora maggiori, per questo è ancora più fondamentale, sarà bene annaffiare solo ed esclusivamente quando è la pianta a richiederlo: con terreno asciutto nei periodi caldi e molto meno o quasi mai in quelli freddi (ci metterà di più ad assorbire l'acqua).
Campo piante lavanda

pianta da interno di yucca elephantipes v17

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,9€


Come coltivare la lavanda

Campo lavanda La lavanda può essere coltivata sia in casa che, scelta consigliata, all'esterno. Nel primo caso sarà necessario un vaso grande perché questo tipo di pianta mal sopporta gli spazi stretti e si sviluppa al meglio quando ha a disposizione molta terra attorno. All'esterno invece ha bisogno di sole e ventilazione per favorirne lo sviluppo. La lavanda Francese è la tipologia che meglio si adatta agli ambienti interni ma, allo stesso tempo, quella meno profumata. Per quanto riguarda la scelta del terreno, invece, è sempre bene miscelare del terriccio con concime calcareo ed un po' di sabbia che sono elementi ideali a riprodurre l'habitat della lavanda nonchè a favorire un buon assorbimento dell'acqua di irrigazione. La potatura va effettuata ad inizio primavera per assicurarne un buono stato di salute ed una bella forma facendo attenzione a lasciare almeno 3 o quattro gemme. A settembre la pianta sarà di nuovo cresciuta e pronta per una nuova fioritura.

  • lavanda1-1 Tra le piante da giardino adatte alla creazione di siepi e bordure, troviamo la lavanda. Si tratta di una pianta comunemente diffusa nell’area mediterranea, specie nelle regioni con clima arido. La si...
  • Mazzo di lavanda Per iniziare a coltivare la lavanda bisogna scegliere un punto ben esposto alla luce del sole, in quanto pianta mediterranea cresce in luoghi caldi ed assolati. Scegliamo una zona del giardino o terra...
  • Fiori di Lavanda Le giovani piantine di lavanda, soprattutto nelle giornate molto calde vanno innaffiate quotidianamente ed è da preferire l' immersione totale del vaso in un recipiente contenente acqua per alcune ore...
  • Fiore lavanda La lavanda è una pianta che cresce spontaneamente, in particolar modo nel sud Italia. Questa pianta è coltivata anche per creare delle siepi in giardino a semplice scopo ornamentale, ma la si utilizza...

10 pezzi Mix di semi di peonia Confezione professionale Albero di peonia Questo è vero seme di fiori al 100% per piante da giardino di casa Rare Bello

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come e quando concimare

Pianta lavanda La concimazione, nel caso della lavanda, non è strettamente necessaria il che ne fa una pianta ideale anche per chi non ama troppo dover seguire ed accudire il verde casalingo. Gli amanti delle fertilizzazioni possono invece procedere alla concimazione nel periodo primaverile con prodotti semplici come lo stallatico o il compost, utili soprattutto a favorire lo sviluppo delle parti aeree della pianta ed a regalare alla stessa fioriture più abbondanti. E' a discrezione del giardiniere capire, limitandosi comunque a concimare nel periodo compreso tra marzo e maggio, se e quando sia necessario "incentivare" con prodotti chimici lo sviluppo di una pianta che, se ben collocata e coltivata può regalare splendide fioriture e profumi unici senza necessitare di troppi additivi.


Lavanda pianta: Esposizione e possibili malattie.

Piante lavanda Come già anticipato, la lavanda è una pianta che necessita di sole ed una buona ventilazione. Se allevata in casa diventa difficile ottenere una buona ventilazione e si rende necessario esporre all'esterno il vaso in cui è collocata per alcuni giorni a fine estate, sul terrazzo o in giardino tutto diventa più semplice volendo riprodurre l'habitat di questa pianta. Sole, ventilazione ma anche esposizione verso le colline o le montagne che riporti alle origini l'ambiente collinare in cui questa pianta cresce meglio ( le colline appunto). Le malattie che potrebbero colpire la lavanda possono essere causate da infezioni funghine o virus. Esistono funghi debellabili con prodotti presenti in commercio ma anche marciumi causati da ristagni di umidità o da annaffiature eccessive. Per quanto riguarda i virus invece, ne esiste uno chiamato "mosaico" per il quale non esiste ancora una cura e, al momento, l'unica soluzione per non compromettere l'intero terreno, è quella di eliminare la pianta esportando la parte di terra in cui questa è cresciuta.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO