Lolium perenne

Che cos'è il lolium perenne e i prati

Il Lolium perenne viene chiamato anche Loietto oppure Loietto inglese: infatti è una pianta veramente resistente e duratura ed è molto apprezzato in Gran Bretagna, dove fu introdotto per la prima volta nel Seicento. Consente di creare prati erbosi molto folti e di notevole impatto estetico. Il Lolium perenne è una graminacea che proviene dal bacino del Mediterraneo e dall'Asia, ma è stato adottato come coltura da secoli. per questo motivo è una delle specie erbacce più diffuse nelle zone temperate. La sua resistenza non lo protegge dalla siccità e quindi necessita di regolari e abbondanti innaffiature. Questo vale soprattutto per la stagione estiva; in questo periodo si consiglia di innaffiare la mattina presto oppure verso la sera. In questo modo si evita che il sole possa bruciare le parti verdi. Esistono anche varietà che sono state selezionate per adattarsi al clima mediterraneo e quindi necessitano di apporti d'acqua più contenuti. Bisogna fare attenzione agli eccessi idrici.
Singolo lolium

Home & Garden Coliseum Kit per la Coltivazione di Un Albero Bonsai, Fertilizzante Incluso, con 5 Specie di Semi da Coltivare, Idea Regalo per Principianti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,36€


Come coltivare i prati a lolium perenne

Piante loietto perenne Il Lolium perenne è una pianta cespitosa, che raggiunge i 50-80 cm di altezza: si caratterizza per avere un apparato radicale superficiale, foglie lucenti e culmi eretti, la cui base molto spesso è pigmentata di rosso. Inoltre la pianta è provvista di orecchiette corte e presenta fiori riuniti in infiorescenze a spiga di 5-10 unità. Questa specie nasce da semi piccoli, tanto che 2 grammi ne contengono circa un migliaio. Il Lolium perenne in genere vive per 3-4 anni, ma la durata in vita del prato può essere anche molto più lunga se si mettono in atto accorgimenti particolari e se le condizioni ambientali sono favorevoli. Cresce molto velocemente e si caratterizza per avere una resa abbondante e per dare un manto erboso di notevole qualità. Inoltre il Lolium perenne è una specie molto adattabile ai diversi terreni e davvero versatile.

  • trattorino rasaerba Una degli aspetti migliori di possedere un giardino personale a casa è sicuramente quello di occuparsene: per chi ha la passione per i lavoretti manuali e per il giardinaggio, tutte le piccole opere d...
  • La dichondra La dicondra è una specie erbacea di tipo perenne che ha un portamento strisciante: raramente la sua altezza supera i 3 o 5 centimetri. I suoi fusti si mostrano prostrati e le sue foglie sono piccole, ...
  • Concime stallatico in pellet Lo stallatico, cioè il letame secco, è uno dei concimi organici più utilizzato sia nel giardinaggio che nell'agricoltura, per la sua grande ricchezza di elementi nutritivi. L'uso intensivo di concimi ...
  • Prato ben sviluppato Come accade per tutte le piante del giardino, anche il prato necessita di sostanze nutritive per svilupparsi in modo rigoglioso; le piccole piantine che lo compongono necessitano di particolare concim...

Cespuglio di farfalla MIX Buddleia Davidii - 200 Semi Bulk

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,85€


I terreni e i modi per concimare il prato

Prato loglio Nella maggior parte dei casi i prati delle ville e delle abitazioni sono di Lolium perenne oppure di una miscela di varietà al cui interno questa specie riveste una notevole importanza. Infatti si tratta della semente proposta più frequentemente dato che si sviluppa in tempi molto rapidi. Il Lolium perenne cresce con ottimi risultati in qualunque tipologia di terreno; ha un costo contenuto e resiste molto bene agli effetti del calpestamento. Per quanto riguarda la concimazione, si tratta di un'operazione da mettere in atto per avere un prato folto, di grande impatto estetico e che duri a lungo nel tempo. In modo particolare è necessario apportare al terreno sostanze nutritive come il fosforo, il potassio e soprattutto l'azoto. Questo nutritivo è fondamentale per consentire al manto erboso di incorporare acqua di riserva. Bisogna somministrare all'anno sotto forma di fertilizzanti 2500 grammi per 100 metri quadrato di azoto, 700 di fosforo e 1000 di potassio.


Lolium perenne: Eventuali malattie

Stelo di lolium perenne Il prato di Lolium perenne è molto vigoroso e può essere utilizzato nei campi da gioco oppure a scopi ornamentali. Per avere risultati duraturi e di grande bellezza è necessario prevenire il degrado del manto erboso e lo sviluppo delle malattie. La maggior parte delle patologie che affliggono il tappeto erboso sono crittogamiche, cioè di origine fungina: le più diffuse sono i marciumi radicali, la muffa grigia, il mal bianco e l'oidio. Sono le cosiddette malattie primarie e sono provocate da un'eccessiva irrigazione oppure dai ristagni idrici nel terreno. Per evitare che si manifestino è bene prestare attenzione all'equilibrio del substrato. Altre malattie che colpiscono il Lolium perenne sono di carattere virale e batterico, tuttavia la loro incidenza è veramente lieve. Il degrado del prato può anche essere legato allo stress, all'eccesso o alle carenze di elementi nutritivi oppure a una temperatura troppo alta.


  • lolium perenne Il lolium perenne, o anche loietto, ha una buona tolleranza alla siccità. Poiché viene molto utilizzato per i prati erbo
    visita : lolium perenne

COMMENTI SULL' ARTICOLO